.

Articoli, news e altre informazioni sul mio impegno.

Un piano edilizio che cambierà il volto della città


L’Università presenta i suoi progetti che guardano al futuro di Pisa

chimica-pisaGiovedì 23 novembre, nell’ambito delle attività della II edizione della Biennale di Architettura di Pisa, l’ex Convento delle Benedettine ospiterà il convegno “Una proposta per migliorare il futuro“, in cui sarà presentato il piano di sviluppo edilizio e patrimoniale dell’Università di Pisa. La giornata si aprirà alle ore 14 con i saluti di Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, Andrea Muzzi, soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio, Carlo Tomassini, direttore generale AOUP, Giovanni Maffei Cardellini, presidente del Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, Giuseppe Sardu, presidente Acque Spa, Marco Moretti, presidente DSU Toscana e Ugo D’Anna, comandante provinciale Vigili del fuoco. I lavori saranno aperti poi dagli interventi del rettore Paolo Mancarella e del prorettore per l’edilizia e il patrimonio Walter Salvatore.

L’Università di Pisa propone un grande piano di riassetto edilizio per razionalizzare le proprie attività e rendere la propria presenza nella città più armonica e funzionale. Con un respiro temporale di medio termine, concentrando le attività in sei poli omogenei, saranno riqualificate e ampliate le aree per lo studio e la didattica, saranno realizzati nuovi centri per la ricerca e riorganizzati gli spazi destinati agli uffici amministrativi per renderli più funzionali ed efficienti. Un piano di importanza storica che interverrà nella funzionalità interna dell’Ateneo, ma inevitabilmente riguarderà la vita dell’intera comunità del territorio.

Il convegno vuole essere la prima occasione per presentare il lavoro proposto dagli uffici dell’Ateneo e aprire la discussione con tutti gli attori che presiedono al governo del territorio con lo scopo di giungere a una soluzione condivisa che, oltre che riqualificare le strutture universitarie, possa migliorare la qualità della vita di tutti.