.

Articoli, news e altre informazioni sul mio impegno.

Sant’Anna, Normale e IUSS di Pavia sempre più integrati


Il sindaco Filippeschi: «Federazione scuole di eccellenza è investimento nazionale»

76363_filipisa«Un altro passo verso la federazione di Scuola Normale, Scuola Sant’Anna di Pisa e Scuola Universitaria Superiore Iuss Pavia. Le tre scuole universitarie presentano le proprie peculiarità e il progetto di una futura governance in comune – con attività e servizi integrati – alla ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli – dichiara il sindaco di Pisa Marco Filippeschi e continua -. Federare le scuole di alta formazione è una scelta giusta. La città comprende e sostiene questa scelta perché è un percorso di consolidamento e sviluppo. Spero che aiuti a finalizzare un forte investimento sull’eccellenza degli studi da parte del Miur. La presenza e le parole della Ministro Fedeli confortano. L’investimento ha una valenza nazionale. Il beneficio dato dalla presenza di Scuola Normale e Scuola Sant’Anna all’Università di Pisa è testimoniato dalla storia, ma è anche un grande patrimonio per il futuro, mantenere qualità e capacità attrattiva e per accrescere l’internazionalizzazione». Le tre scuole universitarie hanno presentato le proprie peculiarità e il progetto di una futura governance in comune – con attività e servizi integrati – alla ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli. Sabato 13 maggio a Pisa, presso il Palazzo della Carovana della Scuola Normale, in Piazza dei Cavalieri, si è tenuto l’incontro tra i rettori Vincenzo Barone (Normale), Pierdomenico Perata (Sant’Anna) e Michele Di Francesco (Iuss) che da mesi dialogano per trovare sinergie in grado di promuovere i tre atenei come un’unica realtà di eccellenza nel sistema universitario italiano. Le tre istituzioni sono infatti le uniche in Italia in cui allievi selezionati per solo merito possano disporre di un percorso completo di studi universitari, con corsi di laurea e di dottorato; sono tutte e tre completamente gratuite per i rispettivi studenti, con benefit equiparabili alle università più prestigiose del sistema anglosassone; presentano ambiti didattici e linee di ricerca non sovrapponibili (Scuola Normale e Scuola Sant’Anna in Toscana) o con caratteristiche specifiche in altro contesto geografico (Iuss in Lombardia).